Mission

Antropostudio è un progetto interdisciplinare ideato da professionisti provenienti da ambiti umanistici e scientifici differenti. La nostra missione ideologica è sviluppare delle attività didattiche ed esperienziali atte alla crescita e alla costruzione culturale e morale dell’individuo. I nostri percorsi rivolti alla crescita della persona si articolano attraverso il principio fondamentale dell’ essere e dell’esperire, per poter quotidianamente riscoprire il proprio livello di autenticità e consapevolezza.

Calendario Attività

archivio
07
Dec
Natura e misticismo sono due elementi inscindibili in ogni cultura. In ogni religione la montagna sacra appare come un percorso iniziatico per ottenere una sorta di illuminazione, ogni illuminazione giunge attraversando quel limite che distingue il mondo civile dalla natura incontaminata. Li dove finisce la cultura ed inizia la natura dimora il saggio, li dove non si ode la voce dell’uomo risiede l’anacoreta.
01
Dec
Sotto la tiepida luce dell’ultimo mese autunnale si svolgerà il nostro Cammino di Antropologia Esistenziale in cui utilizzeremo numerose tecniche di cui citamo solo alcune tipologie: Forestbathing, AntropoEcologia, sperimentazioni percettive sensoriali di Tecniche Gourdjieff, Trataka e Mindfoulness Immaginale che pongono sempre in rapporto diretto l'incontro fra Uomo e Natura, che in un orizzonte simbolico porta con se le serie contrapposizioni dell'Essere e gli scontri ideologici fra le proiezioni di: Materialismo e Spirtito, Comodità e Paura, Immobilità e Movimento, Passività e Scoperta, Illusione e Vita Vera.
17
Nov
Dal Giorno della nostra nascita siamo inseguiti da una Tigre. Spesso l'ambiente che ci circonda ed il sistema di pensiero nel quale siamo cresciuti detta i passi di questa fiera che ci corre alle spalle, alcune volte con un passo più scaltro ed altre volte con rapidi balzi, in alcuni giorni ha denti aguzzi, altri artigli affilati. Talvolta la Paura influenza radicalmente le nostre scelte di vita, si presenta senza mai essere stata invitata e cambia il colore del mondo che ci circonda proiettandolo in un tiepido pallore. Morde i nostri stinchi rendendo più difficili le nostre scelte e ci impedisce di buttarci a capofitto nei nostri sogni ed aspirazioni.

Dicono di Noi

Blog

archivio
Non esiste una categoria di eventi che per convenzione possono essere definiti traumi, così come non esiste una soluzione uguale per tutti. C’è chi si concentra a riportare in ordine i propri equilibri chimici nel cervello, chi intraprende un percorso terapeutico o entrambe le cose, chi molla la presa prima o poi, chi ha trovato una forma di pace nella natura.
Nulla è necessario nella nostra vita oltre ai ristretti bisogni fisiologici di sostentamento e riposo; eppure la società impone un ordine gerarchico in relazione alle nostre azioni, spesso precostituite da un modello culturale. Capita spesso di pensare infatti che le azioni siano più o meno importanti in base al profitto che si possa ricavare da esse, specialmente secondo gli stereotipi della società capitalistica occidentale.
Il seguente articolo è tratto da uno dei capitoli conclusivi del Saggio di Damiano Tullio, "Dalla Roccia al Samadhi, tecniche antropologico esistenziali in natura", raccoglie alcune riflessioni sull'importanza del gruppo durante lo svolgimento di attività in natura. Prima di ogni esperienza da noi proposta consigliamo sempre la lettura di questo brevissimo compendio. Ci siamo inoltre presi la briga di allegare l'intera bibliografia dei riferimenti che di solito vengono affrontati durante i nostri ritiri SILENTIUM.