Silentium Retreats

Esperienzialità, Autoascolto e Consapevolezza sono i punti cardine su cui gravitano tutte le iniziative di carattere formativo e ricreativo di Antropostudio. Crediamo fortemente che la miglior scuola di vita che un individuo possa avere sia la  Natura e la Vita stessa, è necessario per la crescita interiore di ogni individuo, viaggiare ed apprendere scoprendo luoghi e modi di pensare sempre diversi dal proprio per acquisire senso critico e spirito di osservazione verso il mondo che ci circonda. In Antropologia Culturale uno dei grandi metodi di ricerca sull'Uomo è l'Osservazione Partecipante, e si basa su sull'osservazione e la partecipazione attiva ad un determinato contesto culturale. Leggere i primi racconti etnografici, da Levi Strauss a Franz Boas, da Eliade a Malinowsky, emergono grandi epopee avventurose dalle quali il ricercatore tornava al mondo civilizzato con occhi nuovi ed una nuova interpretazione, a volte più consapevole del mondo. L'Osservazione Partecipante si basa su un Imprinting profondo basato sulla permanenza più o meno lunga in un determinato territorio, e noi crediamo fermamente in questo approccio, e quindi negli anni abbiamo pensato di organizzare dei Ritiri Stagionali di due o più giorni in cui i partecipanti potessero realmente vivere delle esperienze di forte impatto su se stessi. In questi ritiri basati sulla introspezione in natura il grande punto di partenza è il dialogo con la propria interiorità, luoghi  remoti, di grande interesse ambientale come Eremi, Monasteri, Rifugi di Montagna e Grotte diventano il punto di partenza