Animali ed Archetipi – Cammino Notturno in Natura e Laboratorio Antropologico Forestale

Con estremo piacere per il quarto  anno consecutivo proponiamo un Percorso Etnografico ed EcoAntropologico in Natura a noi molto caro:

Animali ed Archetipi

Sabato 1 Agosto

Ore 19.00 Monti Simbruini

Nell'appuntamento di Sabato 1 ci immergeremo insieme in un

Seminario  e laboratorio etnografico sul rapporto fra Uomo ed Animale dal mondo Primitivo sino alla contemporaneità.

Nelle tenui luci del tramonto ci immergeremo insieme nelle fresche faggete dei Monti Simbruini camminando accompagnati dalle luci del tramonto fino alla contemplazione delle stelle.

A differenza di altre altre attività in natura l'obbiettivo non sarà la meta da raggiungere, ma il cambiamento progressivo di un sentire interiore attraverso i temi trattati.

Procederemo quindi lentamente nelle verdi foreste appenniniche riscoprendo attraverso un processo di Rewilding e Forestbathing  la radice del nostro sentire primitivo e le vestigia di un passato comune che ci unisce indissolubilmente alla natura.

Gli argomenti affrontati saranno suddivisi in due momenti di lavoro molto diversi fra loro:

Area Teorica:

Analisi Antropologica

definiremo il rapporto simbiotico che è sempre intercorso fra gli uomini e gli animali, dalla predazione alla domesticazione.

Approfondiremo insieme lo sviluppo delle cultualità e religiosità in cui la zoomorfizzazione del sacro diventa un elemento essenziale, e l'animale in quanto simbolo identificativo riveste il ruolo di antenato mitico o figura totemica.

Analisi Etnografica

 porremo a confronto le modalità in cui in tutte le culture del mondo, dalla Scandinavia all'Africa e dal Giappone all'Amazzonia in un particolare momento della evoluzione umana  l'Animale rappresenta un elemento fondamentale di appartenenza collettiva.

Antropologia Neo Esistenziale

Esiste un sentimento particolare che molti uomini ignorano, molto spesso si sviluppa con modalità più significative durante la nostra età evolutiva, è l'Effetto Biofilia.

Negli ultimi quarant'anni gli antropologi e gli Psicologi hanno approfondito questo tema analizzando cosa ci spinge ad essere così attratti dalla natura e soprattutto dagli animali, ogni bambino sogna  infatti un animale come compagno di giochi e molti adulti portano con se questo senso di attrazione ed interesse verso di essi, mantenendo vivo quel cacciatore del Neolitico che è dentro di noi.

Chi ha partecipato ai nostri seminari di Biofilia ed EcoAntropologia sa bene di cosa stiamo parlando, ed in questa parentesi di questo seminario parleremo proprio del ruolo dell'Animale nell'Effetto Biofilia.

Area Pratica

Simboli ed Immagini

Lavoreremo insieme sulle immagini archetipiche che gli animali sviluppano dentro di noi, il senso di identificazione e la chiave di accesso ad un mondo interiore che ci conduce alla nostra autoscoperta e chiarificazione.

Animali e Sperimentazione Creativa

l'animale visto come elemento di sviluppo creativo, lavoreremo insieme sull'immaginazione e la capacità di saper accedere alla propria memoria creando una linea comunicativa fra mente e capacità figurative.

Mindfoulness Immaginale

Per concludere svolgeremo insieme un lavoro di profonda meditazione guidata alla ricerca di un "Animale Guida". Un cammino guidato nelle foreste che sono dentro di noi alla scoperta di immagini ed emozioni, cercando di riportare in vita elementi dimenticati ed assopiti e scoprirne di nuovi, dove l'Animale rappresenta l'elemento di comunicazione con noi stessi.

 

 

Alcuni degli elementi che tratteremo:

-Primitivo /Contemporaneo

- da Ego a Eco

- Animali nelle società primitive

- Il Rito e la Zoomorfizzazione

- Animismo e Totemismo

- da Franz Boas ad Oggi, il ruolo dell'Animale nell'Arte Primitiva

-lo Sciamanismo

- la Maschera Zoomorfica

- il ruolo dell'Animale nel Tatuaggio Ptimitivo

-Animale e Spirito Guida

- Biofilia in Natura

-Biofilia Metropolitana

- Animale ed Autopercezione

In questo Laboratorio di Antropologia e Consapevolezza saremo guidati dal Dott. Damiano Tullio, Antropologo Culturale e Storico delle Religioni, specializzato in Eco Antropologia Esistenziale, Maestro di Yoga ed Alpinista che negli ultimi anni ha implementato i suoi studi analizzando il ruolo della Natura dal punto di vista Rituale come elemento Esistenziale costitutivo nella crescita emotiva dell’individuo. Mito e Rito costituiscono gli ambiti di ricerca che maggiormente ha approfondito sul campo a contatto con panorami arcaici e primitivi indirizzando gran parte dei suoi studi ed osservazioni dirette verso l'aspetto femomenologico dello Sciamanismo e del Rituale Iniziatico.

Questo approccio è riconosciuto come metodo formativo all'interno di contesti scolastici ed universitari.

   Consigliamo  questo percorso ad ogni individuo, specialmente  Insegnanti e Genitori, ma soprattutto a coloro che lavorano con il pubblico specialmente, insegnanti, formatori, terapeuti, psicologi e medici;    ma anche a tutte quelle figure professionali che lavorano in contesti aziendali per favorire le capacità interrelazionali e sviluppare le capacità di ascolto delle proprie propensioni e di quelle dell'Altro. Vivamente consigliato a tutti coloro che frequentano o lavorano in Natura: istruttori, accompagnatori, guide alpine. Alcune tecniche apprese infatti possono essere utili per gestire meglio i gruppi ed affrontare eventuali problematiche esistenziali dei singoli legate alla sfera della consapevolezza, introspezione, evoluzione emotiva, cooperazione ed accettazione dei propri limiti.

DETTAGLI

-Partenza ore 17.00 da Roma con auto proprie

- Ore 19.00 Meeting Point Campo Rotondo

- Laboratorio di AntropoEcologia  e Cammino Notturno

-Tempo di percorrenza 5 Ore

- Diff: E

- Dislivello 400 M

  Modalità di partecipazione:

Il Cammino sui Monti Simbruini attraverserà luoghi di particolare interesse ambientale e storico, dalla maestosità del Piano della Cesa Cotta al Fosso Fioio fino a Campo della Pietra, dove sperimenteremo in una natura selvaggia ed incontaminata le tecniche di AntropoEcologia apprese.

Per la particolare natura delle nostre attività formative è nostra scelta etica mantenere un numero esiguo di partecipanti  per poter mantenere uno standard qualitativo conforme agli obbiettivi prefissati in queste esperienze, Natura vuol dire silenzio e contemplazione, attività molto difficili da attuare con gruppi numerosi.

Prenderemo quindi in considerazione le prime dodici richieste di partecipazione che dovranno pervenire entro il 31 Luglio.

Per prenotare è necessario inviare una mail all'indirizzo info@antropostudio.org , comunicando i propri dati anagrafici e numero di telefono e sarete immediatamente ricontattati.

La quota di partecipazione al Seminario è di Euro 30, nella quota è incluso il tesseramento alla Associazione Antropostudio per l'anno 2020

In caso di assenze non comunicate entro il 16 Luglio è previsto un pagamento completo della quota di partecipazione.

Attestati

Facendo parte di un più ampio panorama formativo in AntropoEcologia, per i partecipanti di questo singolo laboratorio su richiesta possiamo rilasciare un attestato di partecipazione relativo alle competenze apprese.

I Mezzi

Dato il particolare momento Sanitario non ci è possibile attivare i nostri servizi di spostamento, i partecipanti quindi dovranno essere muniti autonomamente delle loro autovetture.

MUSURE COVID

Tutti i partecipanti dovranno portare nel loro zaino mascherine e guanti ed un disinfettante,

é richiesto un distanziamento fisico di almeno due metri fra i partecipanti che dovranno inoltre presentarsi con una Autodichiarazione di Stato di Salute, scaricabile anche dal Web.

Cosa Portare:

L’elemento fondamentale per un’escursione in sicurezza sono un buon paio di scarpe da trekking o da avvicinamento, preferibilmente con suola in vibram.

Nel caso di questa escursione in notturna non può mancare una torcia frontale.

vestiario adatto alla stagione; pantaloni lunghi, maglietta di cotone o traspirante, pile, guscio e mantella in caso di pioggia (in montagna è sempre bene vestirsi a strati traspiranti da poter togliere o rimettere in caso di caldo o freddo). Doppio paio di calzettoni di riserva ed un piccolo cambio in caso di pioggia da lasciare in auto.

Da mettere nello zaino :

cappello con visiera in caso di sole eccessivo, e berretto pesante in caso di vento freddo, una macchinetta fotografica ed un binocolo per catturare l’istante dell’avvistamento della fauna locale.

Consigliati ma non necessari i bastoncini telescopici per una migliore progressione in salita ed in discesa

Cosa Mangiare

Consigliamo sempre oltre al classico panino e frutta, prodotti che possano dare energia immediata quali frutta secca, cioccolata, barrette energetiche.

(se richiesto con anticipo abbiamo anche la possibilità di rimanere per cena presso diverse realtà enograstronomiche del luogo)

La Fauna

Durante il trekking consigliamo vivamente di portare binocolo e macchinetta fotografica, nel percorso scelto è possibile fare l'avvistamento di cervi e caprioli, ed essendo questo il periodo di risveglio dal letargo con fortuna potremmo anche ammirare da lontano il furtivo passaggio dell'orso bruno marsicano.

Antropostudio

Viale del lido, 62- 00122

Cel 3483836933