Trekking Sciamanico – Pasquetta sulle orme dell’orso

Quando il grande antropologo Mircea Eliade nel secolo scorso iniziò i suoi studi su un certo tipo di tecniche estatiche presenti nelle pratiche religiose primitive, il termine sciamanismo o sciamanesimo ancora non esisteva, divenne nel tempo una  nominalizzazione utilizzata negli anni a venire da antropologi e storici delle religioni per classificare quelle manifestazioni religiose in cui l'operatore rituale di una data fenomenologia religiosa potesse entrare a contatto con un universo spirituale attraverso l'estasi, coretico musicale, o meditativa.

La grande opera di catalogazione di Eliade rivelò al mondo accademico che tali fenomeni erano diffusi in tutto il mondo e presso tutte le società.

Oggi si parla molto di sciamanismo, sedicenti stregoni della modernità propongono rituali vernacolari e pratiche ad essi correlati ad un pubblico assolutamente impreparato e soprattutto non idoneo poichè non appartenente appunto a certe culture tradizionali.

Così come in altre occasioni noi di Antropostudio, con un ottica ovviamente Antropologica abbiamo deciso di introdurvi un pò al mondo dello sciamanismo, mantenendo tuttavia un approccio scientifico, parlandovi un pò della storia di queste pratiche e rivelandovi alcune tecniche per entrare a contatto con l'animale archetipico che è in voi attraverso tecniche ed esercizi particolari.

La natura selvaggia è l'elemento necessario per accedere ad un certo tipo di saperi.

 Per fare questo abbiamo sviluppato un percorso particolarmente interessante in cui si potesse accedere ad elementi fondamentali della pratica meditativo- sciamanica quali: la cascata, le altutudini, i boschi, la fauna autoctona.

Ci recheremo in una delle zone più selvagge della Mainarde dalla Valle di Canneto a Valle Tre Confini.

Luoghi di culto della Madonna Nera di Canneto, sicretismo cultuale della tradizione religiosa ancestrale di Meftis, divinità Sannita legata al culto dell'acqua e dei boschi.

 Qui annualmente legati alla tradizione primitiva si svolgono rituali di carattere iniziatico come la "Comparanza", interessante tema che approfondiremo durante la nostra uscita.

Visiteremo questo luogo di particolare interesse storico ed ambientale con un trekking della durata media di 7 ore che ci condurrà nel cuore inviolato delle Mainarde, durante il quale approfondiremo il tema dello sciamanismo attraverso diverse attività laboratoriali che sperimenterete durante  l'escursione:

- Meditazione in Cammino

- Visualizzazione guidata dell'animale archetipico

- Il ruolo dell'animale come elemento protettivo

- La pratica, il rito ed il gruppo come componente aggregativa

- La fiducia del lasciarsi andare

- il rapporto mente, corpo, spazio naturale

- Il tamburo e la sua componente terapeutica

Diff Percorso : E

Dalla Valle di Canneto a Valle Tre Confini

Durata: 3.30 Ore andata

                3 Ore ritorno

Dislivello: m 600

Modalità:

Il primo appuntamento è presso il Castello di Ostia Antica ore 08.00, il secondo appuntamento è alle ore 08.30 presso il bivio di Via Ardeatina con Via di Fioranello proprio sotto il Raccordo Anulare.

Ritorno previsto per le ore 19.00

.

I Mezzi

per lo spirito ecologista della nostra associazione sarà nostra premura mettere in contatto tutti i partecipanti per utilizzare il minor numero di autovetture possibili per raggiungere la locailtà. Il nostro mini pulmino è a disposizione di chi avesse problemi di spostamento raggiungendoci presso il primo meeting point ad Ostia Antica

Cosa Portare:

L’elemento fondamentale per un’escursione in sicurezza sono un buon paio di scarpe da trekking o da avvicinamento in questo caso in Gore Tex o comunque idrorepellenti visto che  in alcuni passaggi saremo nella neve, preferibilmente con suola in vibram.

vestiario adatto alla stagione; pantaloni lunghi, maglietta di cotone o traspirante, pile pesante, guscio o mantella in caso di pioggia (in montagna è sempre bene vestirsi a strati traspiranti da poter togliere o rimettere in caso di caldo o freddo). Doppio paio di calzettoni di riserva ed un piccolo cambio in caso di pioggia da lasciare in auto.

Da mettere nello zaino :

 e berretto pesante in caso di vento freddo, una macchinetta fotografica ed un binocolo per catturare l’istante dell’avvistamento della fauna locale.

Consigliati ma non necessari i bastoncini telescopici  e ciaspole che potrete anche affittare tramite noi se richiesto per una migliore progressione in salita ed in discesa sulla neve

Cosa Mangiare

Pranzo al Sacco

Consigliamo sempre oltre al classico panino e frutta, prodotti che possano dare energia immediata quali frutta secca, cioccolata, barrette energetiche.

(se richiesto con anticpo abbiamo anche la possibilità di rimanere per cena presso diverse realtà enograstronomiche del luogo)

Quota di partecipazione

Dettagli

La quota di partecipazione per la singola escursione è di 15 Euro

Nella quota di partecipazione non è incluso il tesseramento e l’assicurazione Federtreck di 15 Euro annuali, che potrete utilizzare nelle attività della nostra Associazione Antropostudio e in tutte le altre Associazioni Affiliate per la durata di un anno.

Per fini organizzativi accoglieremo le prime adesioni pervenute entro il  29 Marzo

Per ogni eventuale informazione o chiarimento non esitate a contattarci o a venirci a trovare presso la nostra sede.

Antropostudio

Viale del lido, 62- 00122

Cel 348383